La rivoluzione ecologica dell’e-bike!

Tempo di lettura stimato: 3 min

Pedalare fa bene alla salute, allena corpo e mente, aiuta l’ambiente e sostiene uno stile di vita sano. Quindi perché non farlo? La bicicletta è il primo mezzo di trasporto con cui entriamo in contatto fin da piccoli e accompagna la nostra crescita con un tocco di colore e divertimento.
E-Bike
Oggi, più che mai, la bicicletta dovrebbe essere una fedele compagna di avventure. I danni dell’inquinamento ambientale e delle eccessive emissioni di anidride carbonica stanno compromettendo gravemente la nostra condizione di vita. E il primo passo per cambiare la situazione, o almeno provare a migliorarla, è partire dai piccoli gesti quotidiani. Quindi abbandoniamo la macchina e diamo più spazio alla bicicletta, o ancora meglio all’e-bike.

Ma quali sono i vantaggi della bicicletta? Non inquina, è silenziosa, contribuisce all’attività fisica, occupa meno spazio di un auto e libera le strade dall’intenso traffico cittadino.  E di quella elettrica? È più semplice da utilizzare grazie alla possibilità di scegliere facilmente il livello di sforzo da esercitare.

Per questo l’e-bike è accessibile a un maggior numero di persone, in quanto permette all’utente di poter regolare lo sforzo, rendendolo meno intenso ma allo stesso tempo efficace e salutare. Ma non pensate di non fare fatica! La spinta del motore si sente principalmente nella ripartenza a un semaforo o a una salita, ovvero in situazioni che richiedono un maggiore sforzo fisico. Durante la pedalata, invece, la sensazione è quella di avere costantemente il vento a favore. 

E se la fatica si riduce, di conseguenza diminuisce anche il sudore. Così la bici elettrica diventa il mezzo di trasporto perfetto per raggiungere l’ufficio senza sudare e svolgere contemporaneamente una regolare attività fisica. Inoltre, l’e-bike è ottimale per chi vuole approcciare gradualmente all’esercizio fisico, senza stressare i muscoli e le articolazioni.

Chi invece vuole divertirsi e allenarsi spingendo di più sui pedali, può impostare il livello minimo di assistenza. Una volta raggiunta la velocità di 25 km/h il motore smette di assistere la pedalata.  

A questi vantaggi si aggiunge il fatto che la bici elettrica è davvero economica. Dopo un primo investimento per l’acquisto, mantenerla è un gioco da ragazzi: pensate che ricaricare la batteria costa circa 40 centesimi e necessita di essere cambiata ogni 3 anni. 

Con la bicicletta elettrica potrete scoprire magici luoghi nascosti della vostra città, vivere il piacere dell’aria fresca sul viso, assaporare il gusto dell’infanzia e aiutare il Pianeta (e voi stessi) a vivere meglio.