Cleaning organizer - Marzo

Tempo di lettura stimato: 2 min

Da  sempre, probabilmente da che ne abbiamo ricordo, le nonne e le mamme ci hanno imposto le cosiddette Pulizie di primavera, ovvero quel periodo che potrebbe sembrare ideale per cominciare a organizzare fughe romantiche e passeggiate domenicali e invece coincide con uno dei momenti dell’anno in cui ci si dedica di più al rassetto della casa.

Le ragioni di questo strano “tempismo” vanno ricercate nella Pasqua ebraica, la Pesach, festività che ricorda l'esodo e la liberazione del popolo israelita dall'Egitto. Il termine significa passaggio, rimandando ovviamente anche al superamento dei mesi invernali a favore del risveglio primaverile della Natura. Una celebrazione che prevede da sempre di “liberare” la casa da ogni traccia di lievito (e di polvere) e che rappresenta una vera e propria purificazione non solo della dimora ma anche e soprattutto del corpo, e attraverso il corpo, dell'anima.

Organizzarsi al meglio è il primo passo per non soccombere nelle pulizie di primavera, che devono assolutamente essere effettuate, in particolare se aspettiamo ospiti proprio per il periodo pasquale.

Organizzarsi…sì, ma come?

 

 

 

- Non agire da soli, ma coinvolgere tutta la famiglia nelle pulizie;

- Preparare un piano di attacco: quali sono le mansioni assolutamente necessarie e quelle che eventualmente possono essere rimandate ai ponti di fine aprile.
- Ineludibili si considerano: vetri da passare (meglio se con Blitz!) e tende da lavare; lampadari, quadri e librerie da spolverare; via dall’appendigiacche i giubbotti pesantissimi, da portare in lavanderia, ma anche berretti e sciarpe di lane; dare aria a tappeti e piumoni, materassi e cuscini; fare un check della dispensa e pulire i termosifoni, le porte interne ed esterne;

Una volta conclusi i lavori straordinari, si procede con quelli ordinari: spolverare e passare l’aspirapolvere prima, igienizzare il bagno e il box doccia, per concludere con una bella passata ai pavimenti;

Uscire a cena. Ve lo siete meritati…tutti insieme e abbracciatevi forte: anche quest’anno siete riusciti a portare a termine una vera e propria impresa!