Dove ci si lava di più

Tempo di lettura stimato: 2 min

L’igiene si sa è cosa buona e giusta ma l’associazione del concetto di pulizia alla doccia quotidiana non è per nulla scontata.

Sono molti gli studi che confermano quanto questa abitudine arrivi a essere nociva non soltanto per l’ambiente ma anche per la propria pelle. Tra i tanti, citiamo le parole di un medico dermatologo, il Dott. C. Brandon Mitchell, professore della George Washington University, che sostiene quanto la doccia quotidiana possa alterare il sebo arrivando a seccare la pelle fino a renderla facilmente vulnerabile all’attacco di moltissimi batteri. Chi cerca dunque lo sterminio dei batteri potrebbe ottenere l’effetto opposto poiché il nostro corpo è in grado di autoregolarsi e molti dei prodotti per la detersione personale definiti “antibatterici” contengono in realtà una sostanza altamente dannosa sia per la salute che per l’ambiente, il Triclosan, un agente in grado di provocare allergie e resistenza agli antibiotici. Meglio dunque optare per un paio di docce a settimana e scegliere per la propria igiene quotidiana qualcosa di meno romantico ma più salutare come la terna bidet-piedi-ascelle, a cui si aggiunge per le donne la pulizia del viso.

Ed ecco la classifica, secondo i dati raccolti da Euromonitor, dei Paesi che fanno più docce a settimana, premettendo che non sempre sono le donne a lavarsi più degli uomini come è nell’immaginario comune: Brasile (quasi 12 docce), Colombia, Messico, Medio Oriente, Indonesia, India, Australia, Francia, Stati Uniti, Regno Unito, Russia, Svezia, Germania, Cina, Giappone (meno di 5).