Ago, filo e uno “scaldotto” fai da casa!

Tempo di lettura stimato: 3 min

Il freddo a gennaio si fa sentire e allora che alternative si possono avere oltre a un bagno caldo? Uno scaldotto! Da alcuni anni, infatti, sono sempre più diffusi i cosiddetti “scaldotti” in versione naturale, in grado di assicurare una fonte di calore a lungo. 

Si tratta di cuscini realizzati con materiali ecologici in grado di alleviare i dolori ma anche di favorire il buon sonno, in base alle caratteristiche dell’imbottitura.

I noccioli di ciliegie sono la soluzione ideale in caso di dolori cervicali o ai polsi. Basta riscaldarli nel forno a micronde o sui termosifoni per ottenere da subito un certo beneficio.

La pula di miglio è particolarmente indicata per chi soffre di mal di schiena, di dolori al collo, di dolori cervicali e di reumatismi. Va riscaldata sul termosifone prima di essere usata.

Il sale caldo favorisce il sollievo dalle tensioni muscolari. Invece per le infiammazioni meglio ricorrere agli impacchi freddi.

I semi di lino apportano gli stessi benefici dei noccioli di ciliegia ma essendo più piccoli risultano anche più comodi e agevoli da usare. Per esempio si possono realizzare scaldotti da usare come appoggio per le braccia mentre si utilizza il mouse.

Quando il plaid non basta più, è possibile realizzare uno scaldotto naturale e benefico in poche mosse e pochissimi materiali: un calzino di  cotone 100%, 4-500 gr di noccioli di ciliegia naturali e, ovvaimente, ago e filo!

La scelta del cotone non è casuale poiché questo filato non brucerà e non si scioglierà all'interno del microonde. É fondamentale infatti che non vi siano forellini o decorazioni di metallo. Per creare uno scaldotto più grande si po’ usare un vecchio copricuscino (sempre di cotone). Procedimento: infilare il calzino in un bicchiere alto (tipo birra), che fungerà da sostegno nella fase di riempimento. Il bordo del calzino è da risvoltare e avvolgere intorno all'orlo del bicchiere per tenere l’apertura ben ferma. Riempire il calzino per tre quarti con i noccioli e lasciare ¼ di spazio vuoto per riuscire a fare il nodo, che andrà poi assicurato con un paio di punti. Oltre ai noccioli potete mettere nel calzino anche dei fiori di lavanda secchi o il contenuto di una bustina di camomilla come profumazione