Fermaporta homemade.

Anche nella stagione fredda è necessario cambiare aria in casa tenendo le finestre aperte, la mattina, per almeno 5 minuti. Ma anche la sera, poco prima del crepuscolo, può essere una buona occasione per spalancare le finestre. Aprire quindi “tutta la casa” aiuta a creare un circolo d’aria che, nelle situazioni migliori, si trasforma in una vera e propria corrente d’aria.

Ed eccovi alcuni suggerimenti per un fermaporta fai-da-te. Partiamo dal presupposto che il fermaporta debba avere un certo peso per tenere la porta aperta, quindi possiamo dire che qualunque cosa può essere utilizzata come ferma porta. Ad esempio una sedia, delle riviste e perfino un semplice sasso: già, un sasso, che idea!

Se siete in montagna, potreste cercare un sasso dalla forma che vi ispira di più e poi personalizzarlo, trasformandolo ad esempio in una graziosa coccinella. Ovviamente nella parte sottostante al sasso, la parte che poserà per terra per intenderci, andrà incollato un feltrino adesivo, in modo tale che il sasso non rovini il pavimento. Un’altra idea semplice quanto d’effetto è quella di utilizzare della sabbia da inserire in un sacco di juta e colorarlo, cucirlo o addobbarlo secondo vostro gusto.  Per la camera dei bambini, potreste usare vecchi libri (meglio se tomi) che oramai non guardate più da anni e dopo averli incollati per bene uno sopra l’altro usarli per fermare le porte. In questo caso non servono nemmeno i feltrini!  Insomma, sbizzarrite la vostra fantasia creativa e riciclate ciò che la natura o la vostra stessa casa offre e sarete soddisfatti di voi stessi e del risultato: anche una semplice molletta per stendere i panni può diventare un ottimo fermaporta, perché è l’idea che conta!