Fare il sapone in casa.

L’acqua è un bene prezioso che va costantemente salvaguardato, anche quando svolgiamo azioni quotidiane legate all’igiene personale. Ecco come. Quando si fa la doccia, per esempio, è buona norma chiudere il getto dell’acqua mentre ci si insapona per poi riaprirlo solo dopo aver terminato l’operazione. Anche dosare lo shampoo e il bagnoschiuma è importante , perché il quantitativo di acqua richiesto per il risciacquo diminuisce. E non dimentichiamo che una doccia a basso risparmio idrico non deve superare i tre-cinque minuti, il tempo necessario per una corretta pulizia.

Partendo dalla consapevolezza che l’acqua è un bene non infinito come spesso si tende a credere, dovremmo monitorare i consumi di casa, dove gli sprechi sono all’ordine del giorno, e cambiare le nostre abitudini quotidiane con qualche semplice accortezza. Infatti è possibile contribuire alla salvaguardia di un bene prezioso come l’acqua senza dover rinunciare in alcun modo al comfort e alla sicurezza di una corretta igiene personale. E avete mai pensato ad un sapone 100% naturale? Eccovi la ricetta. Ingredienti: 250 gr di sapone di Marsiglia, 220 ml di acqua distillata, 5-6 gocce di olio essenziale, 11 ml di olio EVO. Procedimento: ridurre il panetto di sapone in scaglie piccole e poi scioglierle con il metodo del bagnomaria mescolando per bene. Quando comincia ad addensarsi, aggiungere l’acqua a filo e l’olio EVO. Infine profumare il tutto con l’essenza scelta. A questo punto, il vostro sapone fatto in casa può essere trasferito negli stampini e lì dovrà restare per circa 6 settimane. Alternativa (1kg di olio esausto, 300 ml di acqua e 140gr di idrossido di sodio)
 

Fonte: Lifegate