Giornata Internazionale dello Yoga

La Giornata Internazionale dello Yoga, meglio conosciuta come Yoga Day, si festeggia ogni anno il 21 Giugno, dal 2015. Una ricorrenza notificata ufficialmente dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Sapete tutti cos’è lo yoga? Può essere definito come una pratica fisica, mentale e spirituale, originaria dell’India. Il primo ministro indiano, Narendra Modi, propose la data del 21 giugno, giorno del solstizio d’estate e giorno più lungo dell’anno nell’emisfero australe, per via del significato speciale di questa giornata in diverse parti del mondo.

L’idea di istituire lo Yoga Day venne proprio a Narendra Modi, durante un suo discorso ai membri dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. “Lo yoga”, asserisce Narendra Modi “è un regalo inestimabile dell’antica tradizione indiana. Racchiude in sé l’unità tra corpo e mente attraverso l’azione, la moderazione e compimento”.
L’origine delle pratiche yogiche è avvolta nel mistero, e alcuni storici lo ritengono legato alle antiche pratiche degli shamani himalaiani, che ancora oggi sopravvivono in Nepal e Tibet. Secondo la tradizione fu lo stesso dio Shiva, padre dell’antico yoga, a insegnare la sua pratica agli esseri umani.

Oggi, lo yoga e l’antica saggezza orientale che racchiude sono arrivati fino a noi, e non solo sopravvivono in un’epoca dominata da smartphone e tablet, ma addirittura trionfano, trasformandosi in un esercizio sdoganato, apprezzato e replicato nel mondo occidentale.

Di questa disciplina sono apprezzati tutti gli stili, dai meno ai più vigorosi. Il filo conduttore che li lega è costituito dagli asanas, le posizioni del corpo, che includono tecniche di respirazione e di meditazione.

Chi sceglie di avvicinarsi allo yoga si rivela intenzionato ad abbracciare una filosofia di vita votata alla meditazione, all’equilibrio e, di conseguenza, alla serenità. La tonificazione del corpo? Un “effetto collaterale”. Di certo non ci dispiace!

Facendo yoga migliorano concentrazione e la capacità di controllare la respirazione. Risultato? Migliora l’umore, diminuiscono ansia e stress.
Perché non approfittare di una giornata libera per ritagliarsi un po’ di tempo per fare yoga? In occasione del 21 giugno, solstizio d’estate, vi spieghiamo passo a passo come fare il “saluto al sole”. E la giornata comincia bene!

1) Tadasana – posizione della montagna: a gambe unite, il peso del corpo ben distribuito sulle piante dei piedi, inspira.
2) Hasta Uttasanaposizione delle mani sollevate: inspira, ed espirando distendi le braccia verso l’alto, spingi il bacino leggermente in avanti
3) Uttnasana – piegamento in avanti: inspira ed espirando piegati in avanti, portandole mani ai lati dei piedi, possibilmente con i palmi appoggiati a terra. Distendi la schiena, se necessario aiutati piegando leggermente le ginocchia.
4) Aswa Sanchalasana – posizione equestre: inspira, ed espirando appoggia le mani a terra, porta la gamba sinistra indietro mentre pieghi la destra ad angolo retto. Appoggia ginocchio e collo del piede sinistro a terra. Raddrizza la schiena e guarda avanti
5) Kumbhakasana – posizione della tavola: stendi le braccia e le gambe, come se dovessi fare delle flessioni. Trattieni il respiro durante questo asana.
6) Ashtanga Namaskara – saluto con gli 8 arti: inspira, ed espirando piega le ginocchia e appoggiale a terra, appoggiando anche il collo del piede a terra. Piega i gomiti fino a far toccare il petto e il mento a terra, le braccia sono perpendicolari al corpo mentra la zona pelvica è sollevata da terra.
7) Urdhva Mukha Savanasana – cane a testa in su: inspira, ed espirando tira su il tronco puntellandolo con le braccia. Inarca la schiena, gambe tese e bacino appoggiato a terra, piedi contro il tappetino. Guarda avanti, mantenendo le spalle abbassate e rilassate.
8) Adho Mukha Savanasava – cane a tesa in giù: inspira, ed espirando alza il bacino allungando le gambe dietro, braccia tese e palmi appoggiato sul pavimento, con il peso del corpo ben distribuito tra mani e piedi.
9) Aswa Sanchalasana – posizione equestre: come la posizione n.4, con l’altra gamba.
10) ripetere la posizione n. 3
11) ripetere la  posizione n. 2
12) ripetere la posizione n.1

Ti senti meglio vero? Allora non resta che goderti questa splendida giornata di sole!