Leggiamo nella vasca?

Una giornata curiosa, una celebrazione scherzosa ma dall’insospettabile (anzi, forse neanche tanto) utilità: la giornata del “leggi nella vasca”. No, esiste davvero! Si celebra in America con l’hashtag #ReadInTheBathtubDay.

Quando la giornata di lavoro o di incombenze domestiche si conclude, è tempo di concedersi del tempo per se stessi, o no!? Magari per farsi un bel bagno rilassante in vasca. E se, per un giorno, il tempo libero da dedicare al relax non implicasse scelte? Fare due cose in una, ma senza stress.

Del resto i benefici della lettura sono ben noti, così come quelli di un bel bagno. Sembrerebbe profilarsi all’orizzonte un bel momento da ritagliarsi per farsi una coccola, e per una volta ottimizzare i tempi non significa dover fare cento cose insieme ma semplicemente ottimizzare il relax, e ricavarne il massimo!

Pensate che leggere nella vasca sia impossibile? Forse ci sarà stato un primo temerario aristocratico che, in tempi antichi, avrà avuto la tentazione di leggere un manoscritto a lume di candela nella tinozza, ma avrà desistito per la poca praticità.

Oggi che la tentazione è la stessa, con i miracoli della moderna illuminazione e dal comfort delle nostre vasche da bagno, tutto è più semplice. Infatti non è un caso se esistono molti prodotti concepiti proprio per aiutarti a leggere nella vasca, dai tavolini, simili a quelli della colazione a letto, ai cuscini da vasca.

In realtà, basta un po’ di organizzazione: riempi la vasca di acqua e bagnoschiuma, per creare una schiuma soffice. Posiziona il libro vicino a te, sopra ad un asciugamano, ed entra nella vasca. Una volta dentro, dopo esservi immersi negli effluvi profumati, asciugativi le mani con l’asciugamano, mettetevi comodi, afferrate bene il libro facendo attenzione a lavarvi voi ma non il libro e… bravi: state festeggiando il vostro primo #ReadInTheBathtubDay!  

A proposito: ma i libri si lavano? Qui la risposta!