Tutti in gita in libreria

Quelle domeniche uggiose in cui il plaid e il divano sono le sponde a cui si approda finalmente dopo una settimana di navigazione in quella burrasca che noi tutti conosciamo come quotidianità. Una giornata in casa per rilassarsi e riscoprire il piacere della calma e dei gesti lenti è sicuramente un momento ambito da tutta la famiglia, ma può capitare che si abbia voglia di uscire lo stesso. E allora cosa fare quando, nonostante l’invitante richiamo di un buon film e una cioccolata calda, qualcuno in famiglia ha voglia di uscire? Magari è una bella giornata per fare due passi con il naso all’insù e lo sguardo appiccicato alle foglie colorate che si staccano dagli alberi. Oppure ancora, avreste proprio voglia di un pomeriggio rilassante in compagnia di un buon libro, ma quando è stata l’ultima volta in cui ne avete comprato uno? Ecco, qui ci avviciniamo al punto, o meglio, al nostro suggerimento per trascorrere una piacevole giornata fuori casa restando comunque immersi nel vostro mondo (e senza nemmeno sembrare scortesi!). Che ne dite di fare un salto in libreria? 
Sì, da qualche parte fuori dagli schermi dei tablet e dei computer esistono ancora le librerie, luoghi fisici in cui acquistare fisicamente libri che, pensate, sono tangibili. 
E profumano! L’odore dei libri è come il profumo di pulito, non ne faresti mai a meno. Leggere è come vivere tante vite diverse, sapendo che altre centinaia di esistenze diverse sono in attesa, tangibili, sugli scaffali di una libreria. 
Proprio come i musei, le librerie sono luoghi da scoprire. Ogni libreria ha la sua particolare disposizione, la sua illuminazione e i suoi spazi destinati alla lettura in loco. Una sorta di percorso guidato, un’introduzione ai mondi che sono lì nascosti. Le più moderne sono dotate di aree gioco per i bambini, o di un’area bar dove rilassarsi davanti all’agognata tazza di cioccolata. Spesso si trovano in grandi magazzini, così che è possibile approfittare di un’intenzione virtuosa come l’acquisto di un libro, con un’altra, altrettanto virtuosa! Siamo nella sezione “il mio mondo”, giusto? E allora ben venga il gironzolare per negozi, farsi un regalino inaspettato o semplicemente aggiungere una voce alla “wish-list” in attesa dell’occasione giusta. 
Proprio come i musei, le librerie ospitano una forma di conoscenza che sembrerebbe minacciata, accerchiata com’è da ogni lato, tra Amazon ed e-books in un click. 
Eppure c’è ancora chi ha scelto di popolare questi luoghi di fantasia e immaginazione, abitati da storie d’inchiostro che sanno essere più vere del vero e far ridere, sorridere, soffrire, piangere di tristezza e di gioia. 
E poi i commessi, aggiornatissimi sulle ultime uscite, sui best sellers più quotati, sui libri dimenticati, sui libri per bambini più brillanti e divertenti, come quelli di cui vi parlavamo prima delle vacanze: i libri da mare, o d’amare, in effetti. 

Quindi, ben vengano le domeniche di pioggia o nebbiose perché son sempre giorni di riposo per tantissime persone ma non per chi lavora in libreria!