Gli hobby nel mondo

Forse non tutti sanno che gennaio è considerato il mese degli hobby, probabilmente perché con l’arrivo del Nuovo Anno viene istintivo inserire tra i buoni propositi anche qualche passatempo, un’attività che offre innumerevoli pregi. Una ricerca del 2016 dell'americana Society for Personality and Social Psychology ha assicurato che "dare più valore al tempo libero piuttosto che ai soldi equivale a stare meglio": una valorizzazione delle ore disponibili da concretizzare in hobby, esercizi fisici e momenti di condivisione con la famiglia. In particolare, un hobby rappresenta una passione personale in grado di allontanare dalla pressione del lavoro o di altri stress quotidiani. 
E se ancora non avete deciso quale hobby vi si addice di più, allora provate a pensare a quel che amate fare di più, a ciò che vi appassiona nella vita o che vi rende curiosi, ai vostri obiettivi, alle piccole felicità quotidiane.
Nel frattempo eccovi un giro del mondo in 5 hobby.

Giappone, pulire i bagni pubblici. Per i 35 membri del “Benjyo Soujer Club” non si tratta di una forma di volontariato, ma un modo per “pulire le proprie anime”. Come? Ritrovarsi ogni domenica mattina a igienizzare uno dei tanti bagni pubblici di Tokyo, con grande cura.

Inghilterra, trainspotting. Che, in lingua anglosassone, è letteralmente un passatempo, un hobby assimilabile al birdwatching, poiché gli appassionati attendono il passaggio di un treno e  prendono nota di numeri di serie, dati, statistiche, colori.

Australia, Quokka selfie. Ebbene sì, scattare un ricordo con questo piccolo marsupiale delle dimensioni di un grosso gatto domestico e generalmente notturno, è diventato un vero e proprio hobby. Del resto, questo “micione” ha un musetto tenerissimo e un'espressione sempre felice: impossibile resistere a patto di non essere invadenti.

Italia, giochi di ruolo. Secondo una stima precisa nel mondo ci sono 5 milioni di giocatori. In Italia non sono mai state elaborate stime su questo fenomento, ma grazie al Lucca Comics & Games 2018 si può avere un’idea: per l’edizione 2018 sono stati venduti oltre 251mila biglietti.

E se vi abbiamo convinti, provate a muovere i primi passi nel mondo degli hobby magari utilizzando il #NationalHobbyMonth per pubblicare i vostri progressi sui social media. Sarà un modo per coinvolgere amici e parenti a fare lo stesso e divertirsi in compagnia!