I luoghi misteriosi del mondo tra magia e realtà

Tempo di lettura stimato: 3 min

Le foglie si tingono di giallo-arancione, i funghi popolano i boschi, le castagne scaldano l’anima e la notte più mostruosa dell’anno si avvicina: la notte di Halloween. Gli scaffali dei negozi sono colorati di caramelle spaventose, le zucche intagliate sono pronte ad illuminarsi, e c’è chi ancora sta ultimando la maschera e il costume da indossare per l’occasione.

Ma come in ogni festa di Halloween che si rispetti, non possono mancare le storie di paura. Ma questa volta non ci siamo inventati nulla, è tutto vero! Negli angoli più nascosti del mondo esistono luoghi spaventosi, fitti di mistero e magia.

Praga è una città d’arte pregna di architettura, dove immergersi nella cultura e nel teatro ma nasconde un piccolo segreto. Nel cuore del centro storico, sospeso sopra la Moldova sorge Ponte Carlo, simbolo storico e artistico della capitale della Repubblica Ceca, che di giorno è affollato di turisti e di notte si colora di magia. Si dice che appena cala il sole, le statue prendono vita, si muovono, parlano e si rilassano. E quando poco lontano dal ponte, sull’isola di Kampa, nasce un bambino, le statute festeggiano e gli offrono protezione. Una leggenda in cui è bello credere.

Spostandondoci in Italia, precisamente ad Ariccia, il mistero si infittisce. Sulla strada statale 128 si manifesta un insolito fenomeno: ogni oggetto lasciato scivolare lungo una salita rettilinea, non scende.. sale! Illusione ottica o fenomeno misterioso? Secondo alcuni studi, pare che la “salita stregata” sia un grande inganno dello sguardo che si perde all’infinito per la mancanza di un punto di riferimento all’orizzonte. Ora che il mistero è stato svelato, fate uno scherzo ai vostri amici: lasciate la vostra macchina in folle lungo la discesa e aspettate di vedere la loro faccia terrorizata quando scopriranno che l’auto salirà verso l’alto.

E passeggiando per le strade di Lomè, la capitale del Togo, troverete numerosi negozi di souvenir ma attenzione niente a che vedere con quelli occidentali. Qui sono il luogo per sciamani e curatori che ricercano i loro prodotti per realizzare i tradizionali riti Voodoo: teste essiccate di scimmia e coccodrillo, oltre a gufi, camaleonti e  serpenti polverizzati con le erbe. 

E se avete fegato da vendere, potete trascorrere una notte allo Stanley Hotel in Colorado. Il nome vi dice qualcosa? È l’hotel dove è stato ambientato Shining. Lo stesso Stephen King trascorse alcune notti qui, mentre scriveva il libro, e giurò di avere sentito strane voci di bambini, note di pianoforte e melodie inquietanti.