Terme nel mondo

Tempo di lettura stimato: 4 min

L’acqua è l’elemento della vita: le civiltà sono nate e si sono sviluppate intorno ai corsi d’acqua, non solo perché è indispensabile alla nostra sopravvivenza, ma anche perché acqua significa pulizia e igiene, benefici che l'hanno consacrata a elemento principe, dono degli dèi.
Le proprietà terapeutiche delle terme sono note fin dai tempi antichi, quando vennero gettate le basi per una tradizione fatta di massaggi e cure per il corpo, una vera e propria cultura termale che continua anche oggi.
I Greci praticavano di frequente immersioni nelle acque termali, ritenendo che il calore dell’acqua e i vapori fossero frutto di un intervento soprannaturale. Non a caso, in prossimità delle località termali sono sorti importanti templi, come quello di Apollo a Delfi.

Furono però i romani a rendere le terme quello che sono oggi nella cultura moderna: alle sorgenti termali si riunivano gli uomini per giovare dei trattamenti e prendersi cura di sé, e per stare in società, passando dalla più immediata finalità igienica e curativa dell’acqua alla raffinatezza del rituale del bagno. 
Nella sola città di Roma, durante l’Impero Romano, si arrivò a censire più di 800 tra Thermae pubbliche e balneum privati.
Intorno alle terme si costruiva un complesso di attività, saune, palestre, saloni in cui riunirsi secondo la celebre massima “mens sana in corpore sano”, dove il bagno alle terme era una terapia, una vera e propria medicina prescritta dal medico a garanzia di una vita sana e longeva. È dal V secolo a.C. che le sorgenti sulfuree vengono utilizzate per trattare malattie della pelle e dolori muscolari. 
È invece al Medioevo che risalgono le prime analisi scientifiche delle acque termali, anche in un periodo in cui, nei confronti dell’acqua, si provava diffidenza. Le acque erano classificate a seconda di tipologia ed effetti. Oggi sappiamo che le acque termali favoriscono la rigenerazione dei legamenti, giovano alle vie respiratorie, leniscono molte patologie ginecologiche, migliorano la circolazione, rendono la pelle più sana; ancora, stimolano i meccanismi di detossinazione dell’organismo, migliorano le difese immunitarie e attenuano ansia e stress, e di conseguenza i sintomi fastidiosi che li accompagnano.
 Decisamente non abbiamo perso l’interesse per le terme, che come in passato sono tornate ad essere un luogo dove si vivono e si raccontano storie di pulito e benessere, e dove terapie mirate sono accompagnate dall’immersione, per puro piacere, in oasi di pace. 
E in effetti non sarebbe bello avere più tempo per dire addio alla stanchezza accumulata, per prendersi cura di sé e rigenerare corpo e mente? Con l’arrivo dei primi freddi, anche quando il tempo sembra scarseggiare, c’è un mondo da scoprire ed è qui, a portata di click, in un tour attraverso alcune tra le terme più belle del mondo. 

-Terme di Takaragawa, Giappone:  un luogo incantevole dove trascorrere dei momenti indimenticabili. Sapete come si dice terme in Giapponese? Onsen 温泉 (nella foto).

-Terme di Pammukale, Turchia: splendido sito naturale termale, patrimonio Unesco. 

-Terme di Puritama, Cile: le sorgenti naturali più calde della terra, immerse nel suggestivo paesaggio del deserto di Atacama



-Aquadome Spa, Austria: attirano turisti da tutto il mondo, che devono decidere se sdraiarsi nella sauna di cristallo o provare la vasca idromassaggio, accarezzando con lo sguardo le montagne circostanti.


-Terme di UUnarqot, Groenlandia: sembrano piccoli laghi, e invece sono sorgenti termali di acqua calda. Un paradiso dove a poca distanza gli iceberg galleggiano sul mare.

-Terme di Bormio, Italia: il benessere ritrovato in alta Valtellina. Secondo la leggenda, il filosofo romano Plinio il vecchio frequentava queste sorgenti termali nel… 79 d.C.!


Tutti spunti per organizzare una vacanza relax, e per chi invece volesse informarsi per sapere tutto sulle terme e i loro benefici, interessanti spunti di riflessione sono contenuti nel libro “Andare per terme” di A. Berrino, e già a leggerlo si sta meglio: per il piacere riscoperto di un pomeriggio in libreria, e perché ci si immerge nella lettura comodamente sul divano, organizzando una giornata alle terme.