Viaggiamo? C’è un mondo da scoprire!

Tempo di lettura stimato: 4 min

Il 27 settembre di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale del Turismo (World Tourism day), nata per iniziativa dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del settembre 1979.

Viaggiare è un’esperienza di grande valore culturale: avventura, curiosità, conoscenza. Non solo. Viaggiare aiuta a prendere consapevolezza; a lavar via pregiudizi e cliché, e rende più socievoli, sicuri e autonomi e permette di allargare i propri orizzonti. Conoscere nuove culture è fondamentale per comprendere e accettare la diversità.

L’aereo è il mezzo più comodo e veloce per raggiungere la propria destinazione nazionale e internazionale. È consigliabile, prima di acquistare il biglietto, consultare e confrontare diversi siti e diverse compagnie. Se la meta è molto gettonata, è opportuno muoversi con largo anticipo: il momento ideale per comprare un volo nazionale oscilla tra 1 e 3 mesi prima della data della partenza. Secondo alcuni studi condotti da Claudio Piga, professore di economia alla Keele University, i prezzi dei voli seguono un movimento a U: 10 giorni prima della data di partenza, si possono trovare le offerte migliori. Se non si ha la possibilità di giocare d’anticipo, dunque, è opportuno evitare di ridursi all’ultima settimana.

Per quanto riguarda il giorno della settimana migliore, il dibattito è acceso: tra le opzioni il martedì e il mercoledì (primo pomeriggio), il giovedì o il sabato. Da evitare, il venerdì e la domenica.

Sul podio delle principali destinazioni turistiche a livello mondiale ci sono la Francia, con la sua romantica Parigi, e la Spagna, che vanta isole famosissime (MaiorcaMinorcaFormentera e Ibiza) e bellissime città, come Madrid, che ospita la Guernica di Picasso, e Barcellona, famosa per le spiagge, la movida, le sue piazze e i suoi monumenti disegnati dalla mano Gaudì. Altri paesi molto gettonati sono la Grecia, la Thailandia, la Malesia, il Messico, la Russia, la Turchia e la Cina. Un posto di rilievo meritano gli Stati Uniti, importante polo turistico a livello internazionale; tra le migliori attrazioni le città di San Diego, Philadelphia, Houston, Atlanta, Las Vegas, Miami, Anaheim, Chicago, New York e Orlando.

Altre città visitatissime a livello mondiale sono Hong Kong, Bangkok e Londra. Molto importanti, dal punto di vista turistico, anche Tokyo, Osaka, Sydney, Istanbul, Singapore e Dubai.

Tra le capitali europee più gettonate per festeggiare il Capodanno vanno segnalate Praga, Berlino e Amsterdam. Le destinazioni naturalistiche più rilevanti, invece, sono i fiordi in Norvegia, il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice in Croazia, la regione dei laghi (Järvi-Suomi) in Finlandia, le Dolomiti in Italia, le scogliere di Moher in Irlanda, il lago di Bled in Slovenia. Per una vacanza all’insegna del relax e della cultura, un’ottima meta è la Polonia, che vanta punti di interesse patrimonio dell’UNESCO: le miniere di sale Wieliczka; la città vecchia di Torun; il Castello di Malbork.

Per quanto riguarda l’Italia, è in crescita il turismo legato alle città d’arte: negli ultimi anni, sono aumentati notevolmente gli ingressi ai musei e ai monumenti. Bergamo, Mantova, Roma, Venezia, sono solo alcuni dei capoluoghi più visitati. È inoltre cresciuta la presenza di turisti stranieri nei piccoli borghi: un posto di rilievo occupa la città di Matera, patrimonio dell’UNESCO e, nel 2019, Capitale Europea della Cultura.

Meta ambitissima a livello internazionale, patrimonio dell’UNESCO, le Dolomiti sono un tesoro della penisola italiana. Le Dolomiti vantano le cime più belle del mondo, su cui sorgono alcune città che sono delle vere e proprie perle: Cortina d’Ampezzo, Alta Badia, San Martino di Castrozza, Madonna di Campiglio. Ma esiste anche un’Italia nascosta, tutta da scoprire: per quanto riguarda le vacanze sulla neve, possono essere presi in considerazione alcuni luoghi poco turistici, ma non per questo meno affascinanti, come ad esempio Forni di Sopra (Friuli-Venezia Giulia) e Plan de Corones (Trentino-Alto Adige). Se si desidera festeggiare un Carnevale diverso dal solito, di sapore antichissimo, Mamoiada (Sardegna), Putignano (Puglia) e Coumba Freida (Valle d'Aosta).