Viaggiamo? C’è un mondo da scoprire!

Il 27 settembre di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale del Turismo (World Tourism day), nata per iniziativa dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del settembre 1979.

Viaggiare è un’esperienza di grande valore culturale: avventura, curiosità, conoscenza. Non solo. Viaggiare aiuta a prendere consapevolezza; a lavar via pregiudizi e cliché, e rende più socievoli, sicuri e autonomi e permette di allargare i propri orizzonti. Conoscere nuove culture è fondamentale per comprendere e accettare la diversità.

L’aereo è il mezzo più comodo e veloce per raggiungere la propria destinazione nazionale e internazionale. È consigliabile, prima di acquistare il biglietto, consultare e confrontare diversi siti e diverse compagnie. Se la meta è molto gettonata, è opportuno muoversi con largo anticipo: il momento ideale per comprare un volo nazionale oscilla tra 1 e 3 mesi prima della data della partenza. Secondo alcuni studi condotti da Claudio Piga, professore di economia alla Keele University, i prezzi dei voli seguono un movimento a U: 10 giorni prima della data di partenza, si possono trovare le offerte migliori. Se non si ha la possibilità di giocare d’anticipo, dunque, è opportuno evitare di ridursi all’ultima settimana.

Per quanto riguarda il giorno della settimana migliore, il dibattito è acceso: tra le opzioni il martedì e il mercoledì (primo pomeriggio), il giovedì o il sabato. Da evitare, il venerdì e la domenica.

Sul podio delle principali destinazioni turistiche a livello mondiale ci sono la Francia, con la sua romantica Parigi, e la Spagna, che vanta isole famosissime (MaiorcaMinorcaFormentera e Ibiza) e bellissime città, come Madrid, che ospita la Guernica di Picasso, e Barcellona, famosa per le spiagge, la movida, le sue piazze e i suoi monumenti disegnati dalla mano Gaudì. Altri paesi molto gettonati sono la Grecia, la Thailandia, la Malesia, il Messico, la Russia, la Turchia e la Cina. Un posto di rilievo meritano gli Stati Uniti, importante polo turistico a livello internazionale; tra le migliori attrazioni le città di San Diego, Philadelphia, Houston, Atlanta, Las Vegas, Miami, Anaheim, Chicago, New York e Orlando.

Altre città visitatissime a livello mondiale sono Hong Kong, Bangkok e Londra. Molto importanti, dal punto di vista turistico, anche Tokyo, Osaka, Sydney, Istanbul, Singapore e Dubai.

Tra le capitali europee più gettonate per festeggiare il Capodanno vanno segnalate Praga, Berlino e Amsterdam. Le destinazioni naturalistiche più rilevanti, invece, sono i fiordi in Norvegia, il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice in Croazia, la regione dei laghi (Järvi-Suomi) in Finlandia, le Dolomiti in Italia, le scogliere di Moher in Irlanda, il lago di Bled in Slovenia. Per una vacanza all’insegna del relax e della cultura, un’ottima meta è la Polonia, che vanta punti di interesse patrimonio dell’UNESCO: le miniere di sale Wieliczka; la città vecchia di Torun; il Castello di Malbork.

Per quanto riguarda l’Italia, è in crescita il turismo legato alle città d’arte: negli ultimi anni, sono aumentati notevolmente gli ingressi ai musei e ai monumenti. Bergamo, Mantova, Roma, Venezia, sono solo alcuni dei capoluoghi più visitati. È inoltre cresciuta la presenza di turisti stranieri nei piccoli borghi: un posto di rilievo occupa la città di Matera, patrimonio dell’UNESCO e, nel 2019, Capitale Europea della Cultura.

Meta ambitissima a livello internazionale, patrimonio dell’UNESCO, le Dolomiti sono un tesoro della penisola italiana. Le Dolomiti vantano le cime più belle del mondo, su cui sorgono alcune città che sono delle vere e proprie perle: Cortina d’Ampezzo, Alta Badia, San Martino di Castrozza, Madonna di Campiglio. Ma esiste anche un’Italia nascosta, tutta da scoprire: per quanto riguarda le vacanze sulla neve, possono essere presi in considerazione alcuni luoghi poco turistici, ma non per questo meno affascinanti, come ad esempio Forni di Sopra (Friuli-Venezia Giulia) e Plan de Corones (Trentino-Alto Adige). Se si desidera festeggiare un Carnevale diverso dal solito, di sapore antichissimo, Mamoiada (Sardegna), Putignano (Puglia) e Coumba Freida (Valle d'Aosta).