La coalescenza

Avete mai sentito parlare di coalescenza? Deriva dal latino, significa unione, fusione, saldatura. In fisica, indica quel fenomeno per cui le goccioline più piccole di un liquido, quando sono disperse in un altro liquido (come l’acqua nell’olio) o su una superficie, tendono ad unirsi alle più grandi, formando gocce di maggiori dimensioni. Come quando la pioggia cade lungo i vetri delle finestre, e l’acqua trasparente schizza e scorre quasi fosse animata di vita; è lì, in un ballo sfrenato tra gocce, che le più grandi abbracciano le più piccole per continuare insieme la corsa verso il terreno.

Quando la cerata del vostro ombrello si ricopre di luccichii d’argento, sarà il moto ritmico del vostro passo a creare guizzi e acrobazie fugaci. La pioggia stessa è coalescenza: lontano dalla vita terrestre le minutissime gocce d'acqua trasportate dalle nubi si fondono, formando la pioggia e la vita. E così, goccia dopo goccia, giorno dopo giorno, l’acqua non ha mai finito di raccontarsi, e così, le infinite volte in cui bagna il terreno, narra una storia diversa.