Galateo in piscina

Tempo di lettura stimato: 4 min

Quale di queste due splendide piscine scegliereste per un tuffo?

Chi è attratto dall’immagine a sinistra sappia che ha scelto una meta spettacolare che lo stesso Huffington Post ha definito come luogo più verde della Terra e paradiso della biodiverità: la Costa Rica (Vucalno Arenal).

Probabilmente siete amanti della natura, in cerca di un luogo di calma e tranquillità. 

Chi invece è attratto dall’immagine a destra, si troverà a tuffarsi in uno spelndido resort turistico delle Fiji (Vanua Levu).

Forse siete in cerca di un luogo dove trascorrere del tempo in mezzo alla gente mentre con serate all’insegna della “movida”.  

Ma qualunque sia la vostra preferenza la destinazione riamane la stessa: la piscina!

Come ogni anno, quando le temperature aumentano, chi non va al mare o in vacanza si può tuffare in piscina. Ma dal momento che le vasche sono comuni è necessario adottare alcune regole di convivenza e senso civico (alcuni direbbero: buon senso comune) per stare tutti insieme al meglio con pochi ingredienti: convivialità, igiene, educazione, rispetto, pulizia e, ultimo ma non ultimo, divertimento.

8 Semplici regole per la convivenza in piscina

1. Se prima di andare a farvi una nuotata decidete di fare un salto alla zona bar, è consigliato indossare un pareo, un copricostume, o di utilizzare l'asciugamano. Più che una questione di decoro, si tratta più che altro di un trucco per l’igiene, perché su quella stessa sedia si sono sedute molte persone, magari con il costume umido: l'ambiente perfetto per il proliferare di germi e batteri!

2. Per lo stesso motivo, in giro per la piscina, nei bagni e negli spogliatoi, indossare sempre le ciabattine!

3. Parlando di igiene, ecco un'altra regola (adottata in quasi tutte le piscine): prima di entrare in vasca, ci si fa una doccia, entrando in acqua ripuliti da lozioni appiccicose e sudore.

4. Proprio perché lo spazio è ridotto, quando si hanno a disposizione sedie, lettini, o una zona dove sdraiarsi con gli asciugamani, è bene non monopolizzare lo spazio, occupando con borse, asciugamani, libri, creme e ciabatte, una porzione pari a un campo da calcio.

5. Infine, se il motivo per cui la piscina vi attira sono le sessioni di full-immersion in vasca e amate nuotare, sappiate che anche in vasca (e forse specialmente lì) ci sono alcune regole da rispettare, come quella di valutare la tipologia di corsie, dentro le quali il livello dei nuotatori deve essere omogeneo, e di tener conto del numero massimo di nuotatori ammessi. Solitamente, le più esterne accolgono i meno esperti, i nuotatori provetti invece "sireneggiano" in quelle più centrali.

6. Nella vasca a corsie, i delimitatori non servono per una sosta a metà tragitto, ma solo a delimitare le due corsie. Non usateli come appiglio (se non in caso di bisogno, naturalmente) e non superateli!

7. Infine, durante la nuotata mantenete l'andatura media della nuotata, rispettando lo spazio personale, per evitare di ricevere inavvertiti calci o manate, e di restituirne indietro inavvertitamente.

8. Infine, non schizzare, non gridare e non infastidire. 

Poche ma efficaci norme di comportamento insomma, che permettono a tutti di trarre il meglio dall'esperienza piscina.

A proposito di "esperienze", pensate che a Daying, in Cina, esiste una piscina molto particolare. Si chiama “Mar Morto”, un eufemismo non troppo eufemismo, perché contiene una vasca che non solo ha l'acqua salata, ma è grande circa 30mila metri quadri, che può ospitare fino a 10.000 persone! Si tratta senza dubbio di un'esperienza estrema, dal momento che spesso è accaduto che i nuotatori presenti in vasca superassero le 15.000, creando un'enorme massa in cui muoversi risulta difficile - figuriamoci nuotare! Non è il nuoto quello che attira i bagnanti: basti pensare che per entrare in piscina è obbligatorio indossare un salvagente, indispensabile perché, tra così tanti bagnanti, sarebbe difficile galleggiare!

Comunque, finché si rispettano gli altri seguendo le principali norme igieniche e di educazione, e ci si arma di rispetto e tolleranza, ecco che una giornata in piscina (anche articolare come quella di Daying) si trasforma in una bella esperienza: una storia di pulito!